Rungis, il più grande mercato alimentare all’ingrosso della Francia, sta sviluppato la costruzione di un nuovo padiglione dedicato interamente ai prodotti biologici (sarà il D6a) i cui lavori sono iniziati a giugno.

Nel quadro di una strategia di razionalizzazione e modernizzazione, il padiglione (6.000 metri quadrati, investimento di 6 milioni) ospiterà i grossisti biologici attualmente sparpagliati nei diversi padiglioni. Il progetto segue la ristrutturazione del padiglione dell’ortofrutta e l’ inaugurazione di quello destinato alla gastronomia.

Il primo lotto del padiglione bio sarà completato nel 2015 con 1.370 mq. di superfice di vendita cui si aggiungono uffici (380 mq) e un ristorante bio (350 mq); la costruzione rispetta gli standard Haute Qualité Environnementale (HQE).

Anche se la superficie del padiglione biologico è rilevante, rimane ancora molto bassa (il mercato nel complesso si estende su un milione di metri quadrati).

Tra le aziende che hanno prenotato uno spazio c’è ProNatura (fondata nel 1987, dal 2005 la maggioranza è in mano al fondo Activa Capital, nel 2007 ha acquistato Bioprim, è a Rungis dal 2009, 83 milioni di vendite nel 2013, www.pronatura.com), che da poco si era trasferita in uno spazio di 700 mq completamente ristrutturato sempre a Rungis.

Rungis fornisce operatori professionali dell’intera regione di Parigi (18 milioni di abitanti) ed è in salute: i dati del 2013 vedono vendite per 8,5 miliardi, 1.183 imprese, 11.774 occupati, 6.648.110 ingressi.