In aprile la Coop danese ha condotto due settimane promozionali riducendo i prezzi dei prodotti biologici in 1.200 punti vendita.
L’esperimento ha permesso di aumentare le vendite del 47 per cento rispetto al corrispondente periodo dell’anno precedente, raddoppiandole in oltre 100 pdv; in tutta la rete le vendite di prodotti biologici di venerdì 8 aprile sono state il doppio del secondo venerdì di aprile 2015.
Thomas Roland, direttore per la sostenibilità in Coop si è detto davvero soddisfatto dei risultati del test, che mostra una grande opportunità di crescita per il biologico e ha fornito indicazioni sui prodotti e le aree del Paese per i quali il potenziale è più grande.
L’aumento della domanda ha riguardato di più i prodotti trasformati: biscotti, dolci, condimenti, succhi di frutta e surgelati; per i freschi, l’incremento è stato significativo per latte, uova e verdure.
Il negozio in cui l’iniziativa ha riscosso il maggior successo è stato uno a insegna Irma nel quartiere di Christianshavn a Copenaghen, nel quale le vendite biologiche han pesato per circa il 50% delle vendite complessive di alimentari durante le due settimane di test.