IL SOLE 24 ORE SEDE

Il Sole 24 Ore, 4 gennaio 2017. Il mercato dei prodotti biologici in Europa, come negli Stati Uniti, fino al 2025 è previsto in crescita a un tasso annuo composto variabile tra il 6,7% e il 7,6%: una percentuale che corrisponde a circa il triplo del ritmo di crescita previsto in generale per i consumi alimentari. È quanto evidenzia Clal.it su dati Rabobank. La crescente attenzione dei consumatori verso tematiche ambientali, del benessere animale, della salute e della sicurezza alimentare hanno spinto le vendite dei prodotti biologici negli ultimi anni con ritmi di incremento anche a due cifre: un trend previsto in costante e regolare aumento, soprattutto nei mercati più avanzati e maturi, dove il concetto di qualità va ormai oltre le caratteristiche compositive o nutrizionali, per rivolgersi al metodo con cui gli alimenti sono ottenuti lungo tutta la filiera produttiva.

Boom in Europa
Nel decennio 2005-2014 le vendite al dettaglio di prodotti biologici in Europa sono più che raddoppiate, passando da 11,1 miliardi a 24 miliardi di euro.
Gli italiani che consumano prodotti bio almeno una volta la settimana sono più di 13 milioni: quasi il 22% della popolazione residente, che nel primo semestre del 2016 ha fatto schizzare del 20,6% le vendite nella grande distribuzione.
Con punte in valore del 43% per vini e spumanti, del 30% per le carni, del 23% per i derivati dei cereali, ma anche di quasi il 19% per la frutta e del 15% per gli ortaggi. Nel 2015 la crescita era stata del 18,5%.
L’agricoltura biologica nel 2015 ha registrato 60mila operatori certificati, l’8,2% in più rispetto al 2014. Mentre la superficie coltivata sfiora 1,5 milioni di ettari (+7,5%).

 

In Francia e Germania
I prodotti lattiero caseari, in particolare, in Austria, Germania e Olanda rappresentano ormai quasi il 10% del mercato biologico, nel complesso, e in Austria il latte bio ha già superato il 15% delle vendite totali.
A livello di consumi, Germania e Francia guidano la classifica europea, rispettivamente con 7,9 miliardi (un terzo delle vendite bio nel complesso) e 4,8 miliardi.
La FraNcia registra un tasso di crescita annuo del 10 per cento. Il prezzo del latte biologico crudo alla stalla, nel 2016, in Francia ha raggiunto un prezzo di circa 42,50 euro il quintale mentre in Germania ha raggiunto un picco di 48 euro.