Chi Siamo

AssoBio è l’associazione nazionale delle imprese di trasformazione e distribuzione dei prodotti biologici e naturali.

AssoBio ricerca rapporti di collaborazione e il confronto con tutte le organizzazioni, enti e organismi che perseguano finalità convergenti con le proprie.

A oggi AssoBio conta circa 90 soci del settore agroalimentare e cosmetico, è retta da un consiglio direttivo costituito da imprenditori e conta su un team dedicato di professionisti.

Costituita nel 2006, l l’associazione è registrata a Padova, Reg. Atti privati 10107 del 25.10.06. Ha carattere e strutture democratiche ed è indipendente da partiti politici, organizzazioni generaliste, organismi di controllo o enti di qualsiasi natura.

La Mission

  • Assobio si impegna a progettare e condurre interventi di rappresentanza della comunità imprenditoriale del settore agroalimentare biologico (imprese dell’agroindustria e della distribuzione) nei diversi ambiti istituzionali, direttamente e anche attraverso la partecipazione attiva ad organismi interprofessionali e di consultazione.

  • Lo scopo di Assobio è soddisfare la domanda espressa dai suoi componenti, assicurando interventi efficaci, appropriati, convenienti e orientati alla tutela e allo sviluppo.

Cosa Facciamo

Attività di rappresentanza presso le istituzioni nazionali e internazionali, volta a favorire il dialogo con la Commissione Europea, il governo, il parlamento e le amministrazioni di riferimento affinché siano debitamente considerate le istanze  delle imprese del settore biologico. Allo scopo di realizzare il massimo di sinergie a livello nazionale, mantenendo nel contempo la propria autonomia,  l’associazione porta i sui contributi di elaborazione e di strategie in FederBio , la federazione interprofessionale italiana del settore biologico e biodinamica, nell’ambito della quale si confronta con le altre componenti del settore. l’associazione aderisce a AssoBio esprime un vicepresidente e un consigliere di FederBio; il segretario di AssoBio è stato indicato da FederBio come componente il Sottocomitato settoriale di accreditamento per le produzioni agroalimentari di qualità di Accredia, l’ente unico di accreditamento. A livello internazionale AssoBio aderisce a IFOAM organics international e IFOAM-EU, partecipando alle attività dell’IGOP, il gruppo internazionale delle imprese di trasformazione dei prodotti biologici istituito da IFOAM EU; nella federazione europea esprime un componente del board. 

Servizi alle imprese associate: AssoBio fornisce una serie di servizi alle aziende associate, tra cui aggiornamenti normativi, allerta merci, una newsletter con anticipazioni di mercato, dati periodici sull’andamento dei canali. È tra i fondatori della piattaforma FederBio Servizi, in grado di fornire a condizioni agevolate servizi estremamente qualificati on demand. 

Comunicazione ed informazione: AssoBio fornisce agli organi di informazione dati aggiornati sulla situazione del settore, in particolare per quanto riguarda economia e mercato. Conta si un ufficio stampa e gestisce attività sui social media per incrementare la visibilità delle proprie posizioni. AssoBio è attiva nel garantire risposte puntuali a interventi  tesi a delegittimare il settore biologico. 

Promozione del settore: AssoBio ha costituito la società European Organic Partners che assieme ai soci interessati elabora progetti di promozione sul mercato interno e nei diversi Paesi terzi e partecipa ai bandi per conseguirne il  finanziamento da parte europea e nazionale. . Partecipa a convegni e fiere di settore, in Italia e all’estero. AssoBio realizza indagini sull’andamento economico del sistema delle imprese associate e del settore nel suo complesso, grazie anche alla collaborazione con primari istituti di ricerca di mercato.

La Nostra Storia

AssoBio è stata fondata il 6 settembre 2006 da 11 tra le più significative imprese biologiche italiane. Dopo una dozzina d’anni i soci sono circa 90 con le medesime caratteristiche. Il principale motivo che condusse le prime imprese (alcune delle quali già intrattenevano relazioni commerciali, mentre altre erano assolutamente concorrenti) a costituire l’associazione fu l’unanime constatazione che in Italia mancava del tutto un’organizzazione di tutela e di rappresentanza delle aziende di trasformazione e distribuzione del settore biologico. Queste imprese, pur assolutamente centrali nel mercato, erano del tutto escluse dal dibattito e dalle consultazioni in ambito nazionale ed europeo. Se in altri paesi c’erano già forme di rappresentanza strutturata (negli Usa c’era l’Organic Trade Association, in Germania la BNN, in Francia Synabio, in altri mercati di dimensioni minori di quello italiano esistevano forme di aggregazione o di coordinamento) in Italia la rappresentanza del settore sembrava affare esclusivo degli organismi di controllo, con evidente contraddizione al criterio fondamentale della terzietà e, al più, degli impiegati di un paio di associazioni agricole biologiche, quando non delle organizzazioni agricole generaliste.
I soci (molti dei “pionieri” del settore, quasi tutti titolari di marchi assai noti, in buona parte coordinatori di filiere anche complesse), pur non avendo motivo di contrapposizione con queste organizzazioni, intendevano rivendicare il proprio ruolo nelle elaborazioni di strategie del comparto e quello di rappresentanza della comunità imprenditoriale non agricola.
L’associazione è nata per rispondere alle esigenze di tutela, di sviluppo e di partecipazione delle imprese, senza alcun vincolo con uno o più organismi di controllo o con organizzazioni imprenditoriali generaliste. L’Associazione si fa portavoce per l’intero settore per una sana crescita che non può prescindere da un quadro normativo rigoroso e da procedure aziendali sempre migliori, da politiche di salvaguardia del patrimonio d’immagine, dalla massima efficienza ed efficacia del sistema di controllo.
AssoBio è convinta dell’ormai indifferibile necessità di convertire il modello produttivo in chiave sostenibile e ha il nitido obiettivo di orientare un sano sviluppo del sistema agroindustriale italiano verso la responsabilità ambientale e sociale, in linea con le attese del nuovo consumatore.

Il Consiglio

Presidente - R_Zanoni

Roberto Zanoni

Presidente

Consigliere - F_Favilli

Fernando Favilli

Vice Presidente

Vice-Presidente---J_G_Orlando

Jacopo Gabriele Orlando

Vice Presidente

Andrea Bertoldi

Consigliere

Paolo Frigati

Consigliere

Michele Gaudiano

Consigliere

Nicoletta Maffini

Consigliere

Paolo Pari

Consigliere

Paolo Pedon

Consigliere

Oscar Pizzi

Consigliere

Paolo Saccone

Consigliere

Massimo Santinelli

Consigliere

Il nostro Team

Segretario - R_Pinton

Roberto Pinton

Segretario Generale

0

Elena Indovini

Segreteria e Affari Generali