Potete scaricare QUI lo studio “Il contributo dell’agricoltura biologica allo sviluppo sostenibile delle aree rurali”.

Lo studio ha come tema conduttore la sostenibilità del metodo biologico, e la sua capacità di contribuire allo sviluppo rurale, generando effetti positivi sull’ambiente, sulla società e sul sistema economico.

L’attuale metodo di calcolo dei pagamenti agroambientali, non consente di collegare direttamente l’incentivo al raggiungimento di questi risultati di interesse collettivo, per cui lo sviluppo delle aziende biologiche ha seguito percorsi diversificati e non sempre coerenti.

Le metodologie e le strumentazioni utilizzate in questo lavoro possono fornire un valido contributo per una più incisiva azione pubblica finalizzata a migliorare l’efficacia dei pagamenti agroambientali.

Analizzando i dati economici della Rete di informazione contabile agricola (RICA, lo strumento comunitario finalizzato a conoscere la situazione economica dell’agricoltura) lo studio conferma la maggiore redditività delle aziende agricole biologiche italiane rispetto a quelle convenzionali.

Ma suggerisce anche che la redditività dell’agricoltura biologica aumenterebbe se venissero monetizzate le esternalità positive (ossia il valore dei servizi eco-sistemici forniti) e quelle negative (come i costi ambientali) di entrambi i sistemi produttivi.