Grazie alla fiducia dei consumatori verso prodotti di alta qualità che fanno bene all’ambiente, al clima, alla salute, alla trasparenza e all’equità, quello degli alimenti biologici è un mercato in rapida crescita nell’UE. In biologico ha di fronte a sé l’enorme opportunità di diventare la tendenza dominante nei prossimi decenni. Ma ci sono anche minacce.

Il settore affronta una crescente pressione sulle contaminazioni da residui che ne minaccia il successo. La rilevazione di residui in prodotti biologici ha diverse cause di fondo, che vanno dall’uso massiccio di sostanze chimiche di ampia diffusione nell’agricoltura convenzionale ai casi di frode, dal continuo sviluppo di metodi analitici sempre più sensibili, che individuano contaminazioni a livelli molto bassi (meno di 1 particella per miliardo) all’autorizzazione di mezzi tecnici convenzionali nelle aziende agricole biologiche.

Per mantenere la fiducia dei consumatori e favorire l’ulteriore crescita dell’agricoltura biologica nell’UE, è essenziale rafforzare le pratiche di assicurazione della qualità. È un compito da condividere a tutti i livelli della filiera: agricoltori, commercianti, trasformatori, organismi di controllo e di certificazione, autorità nazionali e Commissione europea. E l’attiva cooperazione tra i principali attori del mercato biologico globale è di assoluta importanza.

Programma

➢ 14.00-14.10 Introduzione di Bavo van den Idsert (Bionext) e Roberto Pinton (EOP)

➢ 14.10-14.45 Prof. Ulrich Hamm – Università di Kassel – Lo sviluppo del mercato e le prospettive per l’agroalimentare biologico

➢ 14.45-15.15 Jochen Neuendorff (GfRS) e Bernhard Speiser (FiBL): Minacce per l’integrità biologica: la soluzione è un approccio a tolleranza zero per i residui?

➢ 15.15-15.30 Pausa

➢ 15.30-16.00 Johanna Mirenda (Farm Policy Director, Organic Trade Association): La prevenzione delle frodi nel biologico negli Stati Uniti e il ruolo delle analisi sui residui

➢ 16.00-16.30 Carso Kooistra (OPTA): La pressione delle contaminazioni da residui di sostanze chimiche di sintesi sulla minoranza di prodotti biologici

➢ 16.30-17.00 Discussione: Qualità per il futuro: come aumentare il valore della produzione biologica nell’UE

➢ 17.00-18.30 Ricevimento offerto dall’Ambasciata del Regno dei Paesi Bassi in Italia

WORKSHOP QUALITA’ PER IL FUTURO: COME AUMENTARE IL VALORE DELLA PRODUZIONE BIOLOGICA NELL’UE

Sabato 7 settembre 2019 – Orario: 14.00-17.00 – Sana – Fiera di Bologna – Sala Melodia .

Ingresso libero; l’incontro si tiene in inglese