B/Open, la rassegna dedicata al Bio foods & Natural self-care, in programma a Veronafiere il 23 e 24 novembre 2020, accende i riflettori sul mondo del biologico in Italia, con i dati del 2019 e i trend in fase Covid-19, grazie alle prime stime per il periodo gennaio-maggio 2020.

Oggi giovedì 25 giugno, alle ore 11, nel corso del webinar organizzato da B/Open verranno presentate in anteprima, infatti, le analisi elaborate dell’Osservatorio Dati istituito da Assocertbio, l’Associazione degli organismi di certificazione del biologico che raggruppa nove dei principali enti presenti in Italia.

Il modello di agricoltura biologica è uno dei pilastri della strategia Farm to Fork inserita nel più ampio progetto del New Green Deal, promosso dalla Commissione von der Leyen per un’Europa più verde e sostenibile.

Il seminario, che rappresenta la prima tappa online di B/Open verso la manifestazione fieristica, è intitolato “Il bio in Italia nell’era Covid: superfici, operatori e aziende (e un focus sulla filiera olivicola)” e vedrà la partecipazione di Riccardo Cozzo, presidente di Assocertbio (L’Osservatorio Dati di Assocertbio: il trend dei primi cinque mesi del 2020); Roberta Cafiero, dirigente del ministero delle Politiche agricole – Agricoltura biologica e Sistemi di qualità alimentare nazionale e affari generali; Riccardo Meo, Direzione servizi per lo sviluppo rurale di Ismea e Roberta Callieris, Mediterranean Agronomic Institute of Bari (La filiera olivicola biologica italiana).
Seguiranno gli interventi degli operatori: Vincenzo Vizioli, Vicepresidente del Consiglio Direttivo Federale AIAB; Roberto Zanoni, presidente di Assobio; Francesco Giardina, responsabile Associazione produttori biologici Coldiretti; Luigi Tozzi, responsabile Ufficio Qualità e sicurezza alimentare di Confagricoltura; Andrea Bertoldi, vicepresidente di Federbio. Modera Angelo Frigerio, CEO Edizioni Turbo by Tespi Mediagroup.

B/Open: un webinar sul tema “Il bio in Italia nell’era Covid”