Nel 2019 le vendite di alimenti e bevande biologici nel Regno Unito sono aumentate del 4,5%, raggiungendo il record di 2,45 miliardi di sterline, alimentate da una forte crescita dell’online e nelle consegne a domicilio e superando le performance  del mercato alimentare generale.

È l’ottavo anno consecutivo di crescita, dopo il pesante stop seguito alla crisi economica globale della fine del decennio scorso; Soil Association stima che i 2,5 miliardi di sterline saranno raggiunti entro la fine del 2020. Nel 2018 le vendite erano arrivate a £ 2,3 miliardi nel 2018, il livello massimo pre-recessione era stato di £ 2,1 miliardi (nel 2008).
La spesa è quindi di circa 200 milioni di sterline al mese, con due spese al mese in più con prodotti biologici rispetto a cinque anni fa.

Il canale specializzato ha registrato un aumento delle vendite del 6,5%, il canale più in crescita è stato quello del retail online e degli schemi di consegna a domicilio, con operatori quali Abel & Cole e Riverford, le cui vendite sono aumentate dell’11,2%. Ocado,il maggior retailer online dell’UK ha portato la sua linea biologica a 4.500 referenze e ha registrato un +12%.

Le vendite biologiche della gastronomia e delle consegne di surgelato (qui con molte referenze vegane) è 15 volte maggiore rispetto al 2015.
Pollame e uova hanno visto ambedue un aumento di vendite in valore di oltre il 12 percento.

Il food service è aumentato dell’8.3%, grazie in parte a più latte e snack biologici offerti nelle catene come Pret a Manger, McDonald’s e Wetherspoons
Circa i due terzi dei consumatori ritengono che le considerazioni etiche contino quando scelgono dove mangiare. “Con l’emergenza climatica e l’agricoltura britannica a dominare i  titoli dei giornali, il biologico è una risposta più rilevante che mai per gli acquirenti che cercano scelte semplici per ridurre il loro impatto ambientale”, commenta Clare McDermott, direttore dello sviluppo commerciale di Soil Association Certification. Ottime le performance del vino bio, con vendite in aumento di quasi il 50%.

Nel 2019 le vendite biologiche della GDO sono aumentate del 2,5%, superando il tasso di sviluppo dell’alimentare nel complesso (0.2%) , anche se la loro quota complessiva del mercato UK è leggermente diminuita.
Il Regno Unito è il nono mercato biologico del mondo, in calo dalla settima posizione dell’anno scorso.